PropertyValue
rdfs:label
  • Navi presenti alla battaglia di Wolf 359
rdfs:comment
  • La sceneggiatura de "L'attacco dei Borg - seconda parte" indica che la nave dell'ammiraglio J.P. Hanson era un vascello di Classe Galaxy. [1] Ciò sarebbe confermato dal fatto che il suo messaggio per l'equipaggio della USS Enterprise-D proveniva da un ponte di battaglia di una nave di classe Galaxy.
dcterms:subject
dbkwik:it.memory-alpha/property/wikiPageUsesTemplate
Page
  • /articles/okuda359.htm
  • /articles/wolf359.htm
Title
  • Interview Michael Okuda on Wolf 359
  • Starship overview at Wolf 359
abstract
  • La sceneggiatura de "L'attacco dei Borg - seconda parte" indica che la nave dell'ammiraglio J.P. Hanson era un vascello di Classe Galaxy. [1] Ciò sarebbe confermato dal fatto che il suo messaggio per l'equipaggio della USS Enterprise-D proveniva da un ponte di battaglia di una nave di classe Galaxy. Una scena tagliata dall'episodio DS9: "Oltre l'ultima frontiera - (L'Emissario)", cita la USS Gage in un dialogo, la quale ordinò di attaccare il cubo Borg con la Melbourne e la Kyushu. [2] Star Trek Encyclopedia afferma che si trattava di una nave stellare di Classe Apollo con il numero di registro NCC-11672. Vengono anche citate la USS Roosevelt come nave stellare di classe Excelsior con la matricola NCC-2573 e la USS Tolstoy appartenente alla classe Rigel con la matricola NCC-62095. La frase citata dal capitano Kathryn Janeway nell'episodio VOY: "Il patto dello scorpione - prima parte" pronunciata dal capitano Amasov lascia adito all'interpretazione che la USS Endeavour fosse stata coinvolta in questa battaglia o in un'altra scontro con i Borg prima del 2371. Star Trek Encyclopedia riporta che la nave era di Classe Nebula e specula che in effetti sia un riferimento alla battaglia di Wolf 359. Nel testo del commentario relativo al Star Trek III: The Search for Spock (Special Edition) in DVD, è riportato che i modelli costruiti per le scene di autodistruzione dell' USS Enterprise vennero riutilizzate per mostrare alcuni rottami. The Art of Star Trek indica che i concept models utilizzati per ritrarre la B-24-CLN e una nave vista in precedenza sullo schermo al Attracco spaziale terrestre in Star Trek III: Alla ricerca di Spock, furono anche parte delle scene del campo di detriti visto in "L'attacco dei Borg - seconda parte", ma la presenza di entrambe in tale scena deve ancora essere confermata negli episodi andati in onda. Per quanto concerne l'elenco delle navi partecipanti alla battaglia, Michael Okuda ha osservato: "Le diverse navi "misteriose" presenti nei listati di "L'attacco dei Borg - seconda parte" nell'Encyclopedia, erano tutte navi che erano citate nei dialoghi, o modellini filmati per la scena "obituaria". Non ne preparammo nessuna proprio per non riempire la relativa voce dell'Encyclopedia, anche se noi (lo staff di produzione) non abbiamo esordito con una lista precisa delle navi in battaglia. Fui tentato di provare a svilupparne una, ma pensai che i futuri episodi avrebbero potuto aver bisogno di "ricordare" una precedente nave dimenticata di Wolf 359 per una storia non ancora scritta, proprio come accadde per l'episodio pilota di DS9 con la nave di Sisko, la Saratoga."[3]